A fronte di paure, fatiche, sofferenze ed illusioni ipotesi di intervento nelle situazioni di lavoro

Giornate di StudioNel corso della giornata di Studio del 2011 è stato affrontato il tema delle paure, fatiche, sofferenze e illusioni nelle situazioni di lavoro. Ed è fondamentale distinguere stress e fatiche. La fatica è uno degli esiti dell’impiego di energie, del lavoro volto a modificare la realtà, trasformare oggetti e problemi, comprendere persone, analizzare questioni. Mentre possiamo rappresentarci le sofferenze come fatiche sproporzionate alle risorse disponibili o, più specificatamente, frustrazioni e lacerazioni dell’immagine di sé collegate a imposizioni di cui s’è perso il senso o di cui non si condivide per nulla la finalità.

Tra ipotesi e proposte di intervento

Sono molteplici i temi interessanti e connessi a quanto emerso nella giornata studio 2012 e in quella 2013.

  1. Soluzioni magiche: non ce ne sono, ma le richieste arrivano, perchè spesso le organizzazioni hanno bisogno di ricette. Hanno bisogno di crederci! (minuto 1’20”)
  2. Fatiche e stress sono parte della vita e del lavoro. Possiamo non sentirle e non vederle (minuto 2′). Dobbiamo cercare di non soffrire inutilmente.
  3. “Il cambiamento ci ha fatto star male, abbiamo fatto fatica, ma ne è valsa la pena. Adesso la situazione è diversa” (minuto 33’25”).

PAURE, FATICHE, SOFFERENZE E ILLUSIONI: IPOTESI D’INTERVENTO NELLE SITUAZIONI DI LAVORO, Venerdì 18 novembre 2011. Milano, Elfo Puccini teatro d’arte contemporanea.

Intervento di Achille Orsenigo (Studio APS). “Strategie d’azione per aperture, differenziazioni, ricomposizioni ed evoluzioni possibili all’interno delle organizzazioni. Orientamenti per produrre e lavorare in modo più efficace e soddisfacente: ipotesi maturate anche attraverso esplorazioni e approfondimenti con diversi interlocutori, in differenti contesti”.